Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, clienti di "alto profilo", indaga la squadra mobile

DALLO SPACCIATORE A COMPRARE COCAINA PRIMA DI ARBITRARE LA PARTITA

Anche un fischietto tra i clienti di uno spacciatore dominicano


CASTELFRANCO - (nc) Tra i clienti, tutti di "alto livello", di uno spacciatore di cocaina arrestato dalla squadra mobile di Treviso, il 28enne dominicano Steven Alexander Brito Morel, c'era anche un noto arbitro di basket di Castelfranco. L'uomo, professionista di circa 43 anni, si stava recando lo scorso 11 novembre ad arbitrare una partita ma prima era andato a rifornirsi di polvere bianca dal pusher. Controllato dagli agenti della squadra mobile di Treviso l'arbitro è stato pizzicato con una dose di cocaina e due confezioni di hashish: riferirà in seguito agli agenti di essere un cliente abituale del dominicano con ben undici acquisti di droga effettuati negli ultimi tre mesi. Ad essere fatale al caraibico finito in carcere è stata però una cessione ad una magrebina 38enne: l'uomo, sorpreso dalla polizia, è stato arrestato. In casa rinvenuti 35 grammi di cocaina, occultati all'interno di una scatola di biscotti. Già tempo fa il 28enne era finito in carcere: aveva ingerito degli ovuli di droga ed era stato costretto a recarsi all'ospedale di Valdagno. In pancia aveva complessivamente 380 grammi di polvere bianca. A Castelfranco il suo giro di clienti era ampio e comprendeva soprattutto clienti danarosi che incontrava in centro, nei negozi o nei bar durante l'aperitivo serale.