Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il crac Setten aveva lasciato in eredità il sequestro di beni dello stadio

TREVISO, 30.000 EURO EVITANO IL PIGNORAMENTO DEL TENNI

Il presidente Corvezzo annuncia: "La squadra sarà rafforzata"


TREVISO - L'F.C. Treviso ha rischiato seriamente di non giocare al Tenni la prossima gara interna con il Cuneo: molti oggetti dello stadio (seggiolini, impianto audio-video, macchinari) stavano infatti per essere pignorati dal curatore fallimentare che si occupa del crac-Setten. Il pagamento, avvenuto mercoledì scorso, di 30 mila euro (a fronte di un valore effettivo di 90 mila), sborsati dalla società e da uno dei suoi soci, la ditta di costruzioni Bordignon di Venegazzù, ha scongiurato il pericolo. Si è inoltre appreso che il comune fa pagare al Treviso 90.000 euro (più Iva) di affitto dello stadio per una singola stagione, somma che raddoppia se si tiene conto dei costi di manutenzione, tutti a carico del club. Questo nel merito il pensiero del presidente biancoceleste Renzo Corvezzo. "Sapevamo che la situazione fosse critica: d’ora in poi non dovremo più chiederci dove giocare la domenica, diciamo che con questo abbiamo sistemato il 99% della faccenda: ringrazio perciò i fratelli Bordignon se oggi possiamo dire che il futuro dello stadio è in buone mani. E un caso come quello dei tornelli andati a finire a Udine non si verificherà più. In quanto all'affitto l’affitto è davvero esorbitante: calcolato credo ancora su parametri da serie A: in C2 si pagano mediamente 20-25 mila euro, spesso rimborsati, a Mantova addirittura nulla: invito il Comune a verificare di persona. A Treviso invece il balzello è pesante, al punto che ci ha impedito di rafforzare la rosa della squadra come avremmo voluto. Il primo gennaio firmeremo con il comune un contratto triennale di affitto, si spera a parametri più economici." Il presidente ha anche confermato che un recente controllo gestionale della Lega Calcio ha accertato che il bilancio societario è a posto. In quanto alla squadra, Corvezzo ha promesso che se alla fine del girone di andata il Treviso sarà ancora tra i primi 2-3 posti, la società interverrà sul mercato per rafforzare la rosa biancoceleste.