Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In Eurocup partita spettacolo contro il Cedevita: finisce 87-86

CUORE E CARATTERE: LA BENETTON VINCE A ZAGABRIA ALL'OVERTIME

Moldoveanu l'uomo in più di Djordjevic: 19 punti come mai finora


ZAGABRIA - E' una Benetton Basket che offre sempre grandi emozioni ai propri tifosi. Dopo un match iniziato zoppiccando, complice anche l'infortunio a Mekel, i biancoverdi si riprendono con le bombe di Moldoveanu, conquistano i supplementari (74-74) e passano 87-86 ottenendo la prima vittoria stagionale in Eurocup, competizione nella quale la Benetton ora torna prepotentemente in corsa.

Il finale condensato di emozioni è combattutissimo. I senatori ruggiscono: Bulleri a 1' dalla sirena mette la tripla del +4, Becirovic poi non sbaglia mai dalla lunetta, con Moore decisivo nel difendere sul tentativo disperato di Draper. Alla fine Moldoveanu sigla 19 punti (5/5 da 3), Adrien 13 pt. e 10 rb. in doppia doppia, Moore mette a referto 13 punti (difesa fondamentale sull'ultima azione) Bulleri e Becirovic 12 pt.

LA CRONACA - L’inizio della Benetton non è dei migliori. Oltre alle notizie provenienti dall’infermeria: Gal Mekel ko per una fascite plantare che l’ha messo fuori causa per il match, è proprio l’andamento della partita dopo la palla a due che penalizza i biancoverdi. L’avvio è tutto di marca croata: 10-0 in 2’ col mattatore Bilan, pivot tuttofare. In quintetto per la Benetton ci sono Bulleri, Gentile e Moore come esterni, Scalabrine e Adrien sotto canestro. Il 10-0 lo sigla Draper da fuori, così Djordjevic chiede timeout. Cuccarolo e Mekel non alzano bandiera bianca, e sbloccano Treviso: dal 10-0 al 12-6 firmato dal lungo asolano. Tiene botta il Cedevita di coach Anzulovic. Le percentuali brillantissime dei croati al tiro sono inversamente proporzionali a quelle della Benetton, che sbaglia molto e fa 0/5 da 3 nel primo quarto. Becirovic mette al servizio la sua classe ma Smodic  ne fa 6 di fila (2 bombe) e la tripla finale del gioiello sloveno della Benetton non migliora più di tanto il parziale: 25-16.

E’ un’altra Benetton nel secondo quarto. Moore fa 27-18 in arresto e tiro., anche se all’inizio allunga Zagabria fino ad arrivare a +12 dopo 2’. 5-2 di parzialino che non fa che provocare la reazione trevigiana. Il neoentrato Moldoveanu fa la voce grossa da 3 sbloccando i suoi da distante, 30-21, -9, con 6’24” da giocare. Replica istantaneamente il rumeno da distante e porta la Benetton a -6. Il momento è magico, Bulleri fa -4, 32-28 al 15’, con la zona a tutto campo di Treviso che produce effetti importanti. Al 16’ arrivano ad inanellare un 10-0 che con il canestro di Moore lancia la Benetton sul +1; la tripla del ragazzo di East Chicago porta per la prima volta in vantaggio i suoi: 32-33. Ora da fuori i tentativi trevigiani funzionano, anche capitan Bulleri piazza la bomba del 38-37 al 39’. Chiude il primo tempo Draper, che risponde a Scalabrine, e accelera per il controsorpasso: 44-41. 

Buon inizio di terza frazione per la Benetton. Il protagonista è Gentile, 5 punti in avvio di quarto (Ale è prezioso anche a rimbalzo, 6 in 30’): 44-46. Reagisce Zagabria con Smodic, e torna avanti 48-47. Ruota il quintetto Djordjevic, soprattutto in regia: è utilissimo l’apporto di De Nicolao che ruba una palla furbescamente a Draper e lo costringe a commettere un fallo antisportivo. Dopo i liberi segna anche Scalabrine per il +5 trevigiano: 48-53, al 25’. Andulovic chiede timeout prende le contromisure al 12-4 Benetton del terzo quarto. E’ così servito il 4-0 di Zagabria del 52-53 che fa tornare sotto i padroni di casa. Moldoveanu (4/4 da 3) mette un’altra bomba e pareggia i conti 56-56 al 28’. Si lotta senza esclusione di colpi negli ultimi due minuti: ai liberi pare molto più precisa la squadra biancoverde, 93% dalla lunetta contro il 58% di Zagabria che comunque chiude sotto di 2, 60-58, la terza frazione. Il solito Bilan fa valere il proprio peso sotto il tabellone (15pt. 5/6 da 2).

Comincia a prendere un vantaggio importante la formazione di casa: 63-58, +5, la Benetton è costretta a commettere infrazioni, ne fa le spese Cuccarolo, fuori per 5 falli. Marko Car lancia Zagabria che allunga a +7, con Treviso che fa fatica a pungere, specialmente da sotto e resta a 58 punti. 65-58 al 34’. Becirovic offre lampi di classe; assist di Sani e fallo subito/canestro di Adrien, 4 punti di fila della Benetton che dal -7 ottiene il -2, 65-63 al 35’. Zagabria tenta di riallungare l’elastico, nonostante Treviso difenda con i denti i 24”; 69-65. Si esalta di nuovo Vlad Moldoveanu per il 69-68 trevigiano, con un’ altra bomba del rumeno (5/5). Risponde poco dopo Smodic, sempre da fuori, con la tripla del 74-70 a 3’ dalla sirena. Per 1’30” il punteggio resta incollato sul 74-72 e solo con la schiacciata di Adrien, risvegliatosi nell’ultima frazione, permette a Treviso di pareggiare i conti 74-74 a 1’29” dalla fine. Il finale è avvincente, i tentativi di Draper e di Owens non vanno a buon fine, nemmeno quelli biancoverdi, così si va all’overtime sempre sul 74 pari. 

Il supplementare vede ancora la perfetta parità: 76-76. Marino Bazdaris fa il 78-76 d’esperienza; Moore pareggia i conti 78-78. Con un rimbalzo in attacco e un grande ingresso a canestro l’ispiratissimo Adrien fa il sorpasso: 78-80. Bilan sfrutta i suoi centimentri: canestro+falloe controsorpasso, 81-80, per la replica marchiata Cedevita. Dopo i liberi di Becirovic 81-82, Massimo Bulleri mette una bomba per il mini-break: 81-85 (5-0) a 1’ dalla fine del supplementare. Draper sbaglia i liberi del possibile pareggio (84-85 a 23” dalla fine) a differenza di Becirovic, freddissimo. Negli ultimi 20” è sfida dalla lunetta, Gentile fa 0/2 disturbato dalla mascotte locale, così Draper sul -1, a 1” dalla sirena fallisce il tiro della possibile vittoria, disturbato dalla difesa di Moore e la Benetton vince 86-87.