Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Ai domiciliari il complice moglianese e la fidanzata del trafficante

EROINA SCAMBIATA IN AUTOSTRADA, SGOMINATA BANDA ITALO-TUNISINA

In carcere nove componenti, tra questi il 37enne Simone Freschi


CONEGLIANO - Nove arresti in carcere, tre persone finite ai domiciliari e tre con obbligo di firma: questo il bilancio di una vasta operazione antidroga portata avanti dalla squadra mobile di Venezia coordinata dalla Procura lagunare che ha sgominato una vasta organizzazione italo-tunisina che si occupava del traffico di eroina tra le province di Treviso, Padova e Venezia. La polvere bianca arrivava da Modena fino a Padova e poi spedita nel veneziano e nel trevigiano, principalmente nelle zona di Conegliano e Mogliano. La tecnica dei corrieri era del tutto particolare: gli scambi delle partite di sostanza avvenivano in autostrada in prossimità del casello, eludendo così i controlli delle forze dell'ordine. L'indagine per quanto riguarda la Marca prende vita dall'arresto di un 37enne coneglianese, Simone Freschi, pizzicato dalla polizia durante uno dei suoi frequenti viaggi di rifornimento tra Padova e Conegliano. Ai domiciliari è finito anche un moglianese 46enne, Fabrizio Castraberti, suo principale luogotenente oltre alla fidanzata di Simone Freschi, la 30enne Alessandra Bariviera, ed un 28enne di Conegliano, Francesco De Vido. Obbligo di dimora per un altro componente della banda, un 41enne di San Pietro di Feletto, Massimo Mantovani.

Galleria fotograficaGalleria fotografica