Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Gentilini lancia un appello per ricostruire il portone disperso

PAVIMENTAZIONI IN SASSI PER LA "NUOVA" PORTA SAN TOMASO

Restauri prossimi alla conclusione: si studia un'illuminazione a led


TREVISO – (mz) Porta San Tomaso è pronta a tornare a risplendere. I restauri al rinascimentale ingresso della città, sponsorizzati da Veneto Banca, sono ormai alla conclusione. Si stanno studiando i dettagli dell'illuminazione: verrà installati una serie di faretti a led, la cui luce bianca non altererà i colori degli affreschi resi nuovamente visibili nelle pareti interne. I lavori hanno anche scoperto la pavimentazione ottocentesca, poi coperta da successivi strati di asfalto. Proprio per valorizzare ancor più il monumento, la sede stradale verrà lasciata così all'interno, all'esterno e sotto la porta, tanto più che il tratto verrà chiuso al traffico motorizzato. I sassi “originali”, tuttavia, sono troppo rovinati dal bitume, in diversi punti mancanti e con troppi avvallamenti: saranno perciò sostituiti con altri simili e l'intero fondo verrà ricreato. Inutili le ricerche di una delle due ante dello storico portone che chiudeva la porta. Con ogni probabilità è andata dispersa e trasformata in legna da ardere nei decenni passati: anche Giancarlo Gentilini si è ormai arreso. Il vicensindaco però ha pronta una soluzione alternativa.