Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Gentilini lancia un appello per ricostruire il portone disperso

PAVIMENTAZIONI IN SASSI PER LA "NUOVA" PORTA SAN TOMASO

Restauri prossimi alla conclusione: si studia un'illuminazione a led


TREVISO – (mz) Porta San Tomaso è pronta a tornare a risplendere. I restauri al rinascimentale ingresso della città, sponsorizzati da Veneto Banca, sono ormai alla conclusione. Si stanno studiando i dettagli dell'illuminazione: verrà installati una serie di faretti a led, la cui luce bianca non altererà i colori degli affreschi resi nuovamente visibili nelle pareti interne. I lavori hanno anche scoperto la pavimentazione ottocentesca, poi coperta da successivi strati di asfalto. Proprio per valorizzare ancor più il monumento, la sede stradale verrà lasciata così all'interno, all'esterno e sotto la porta, tanto più che il tratto verrà chiuso al traffico motorizzato. I sassi “originali”, tuttavia, sono troppo rovinati dal bitume, in diversi punti mancanti e con troppi avvallamenti: saranno perciò sostituiti con altri simili e l'intero fondo verrà ricreato. Inutili le ricerche di una delle due ante dello storico portone che chiudeva la porta. Con ogni probabilità è andata dispersa e trasformata in legna da ardere nei decenni passati: anche Giancarlo Gentilini si è ormai arreso. Il vicensindaco però ha pronta una soluzione alternativa.