Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Banda albanese in carcere, nei guai anche un operaio 40enne di Zero Branco

PROSTITUTE, ARMI E DROGA: SGOMINATA LA GANG DEL TERRAGLIO

Lucciole romene costrette a non usare il preservativo con i clienti


TREVISO - Con le armi avevano conquistato il mercato della prostituzione sul Terraglio e sempre con pistole e fucili difendevano il territorio “conquistato”, minacciavano i tossicodipendenti a cui fornivano cocaina e forse si preparavano ad eliminare le bande “rivali”. Una banda albanese dedita allo sfruttamento della prostituzione e allo spaccio, dai metodi feroci e brutali, quella sgominata dai carabinieri di Treviso: nell'aprile scorso arrivarono a sparare dei colpi per minacciare dei residenti di Mogliano, colpevoli di aver “disturbato” una delle lucciole legate all'organizzazione. L'indagine che ha portato all'arresto di sette giovani albanesi, tutti tra i 24 ed i 20 anni e di una romena 20enne, parte proprio da questo episodio di intimidazione, datato 10 aprile. Gli albanesi, residenti tra le province di Treviso, Venezia e Perugia, facevano arrivare dalla Romania le lucciole: erano adescate, sedotte e poi mandate su strada dove venivano costrette a vendersi, spesso senza utilizzare il profilattico con i clienti. La banda in una occasione costrinse all'aborto una prostituta romena 20enne: la ragazza era incinta di tre mesi e venne riportata in Romania. Membro dell'organizzazione anche un operaio 40enne di Zero Branco che faceva da tassista alle lucciole: le portava lungo il Terraglio e poi le riaccompagnava a casa. Per il trevigiano è scattata una denuncia come per altri due albanesi, un 40enne ed un 27enne di Marcon. Ma oltre al sesso la gang gestiva anche lo spaccio con decine di dosi cedute a giovani stupefacenti. Per chi non pagava scattavano le minacce, spesso armi alla mano: è il caso di un giovane che aveva contratto un debito di 5mila euro con la gang. Il padre del tossicodipendente era stato costretto dalla gang a pagare per evitare ulteriori conseguenze.

Galleria fotograficaGalleria fotografica