Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Controllo eseguito alla discoteca "Barchessa" di Casale sul Sile

AGENZIA DI "BUTTAFUORI" FANTASMA, 50ENNE NEI GUAI: VIA AL GIRO DI VITE

"Charlie's Angels" di Oderzo senza licenza della Prefettura


CASALE SUL SILE - Faceva lavorare i buttafuori senza però avere la licenza prefettizia di pubblica sicurezza ed inoltre la sua agenzia, la “Charlie's Angels” di Oderzo non risultava neppure iscritta alla Camera di Commercio. A finire nei guai un 50enne opitergino, Gabriele Modolo che è stato denunciato. Due degli addetti alla sicurezza della sua società vennero trovati, durante un controllo della sezione amministrativa della Questura, a lavorare un venerdì sera alla discoteca “Barchessa” di Casale sul Sile. Sebbene entrambi avessero seguito l'apposito corso previsto per legge, l'agenzia per cui lavoravano presentava più di qualche irregolarità che avrebbe già dovuto sanare a giugno. Il titolare, dopo il controllo, aveva provveduto a cedere la sua attività ad un'altra società in piena regola: questo non gli ha risparmiato la denuncia alla Procura. Il caso sarà segnalato anche alla direzione provinciale del lavoro. La sezione amministrativa della Questura darà il via nei prossimi giorni ad un attento monitoraggio di ogni singolo “buttafuori”: saranno passati al setaccio impianti sportivi, palazzetti dello sport, discoteche, locali e gli altri esercizi di pubblico spettacolo presenti sulla provincia.