Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Continuano gli accertamenti sulle armi sequestrate a Denis Pellizzari

POLIGONO "SPORTGUN", VIA ALLA CHIUSURA PER DIECI GIORNI

Ordinanza del sindaco di San Zenone, Luigi Mazzaro


SAN ZENONE - Il poligono “Sportgun” chiuderà i battenti da domenica 4 dicembre per ben 10 giorni: questo il contenuto dell'ordinanza, firmata dal sindaco di San Zenone degli Ezzelini, Luigi Mazzaro. La decisione del primo cittadino, spinto anche da un formale invito della Questura, mette fine alle polemiche nate in seguito alla riapertura del poligono. Lo “Sportgun” aveva ricevuto dal Comune la licenza per poter riavviare l'attività: intestatario del documento era Francesco Pellizzari, padre del figlio Denis, l'ex titolare arrestato a febbraio per traffico di armi. Continua intanto l'attività della polizia amministrativa che sta svolgendo accurate analisi sulle armi “sospette” che erano state sequestrate al momento dell'arresto di Denis Pellizzari. Si tratta di 200 tra pistole, fucili e carabine oltre a 13mila munizioni e 20 kg di polvere da sparo.