Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Biancoverdi secondi nel girone, in corsa per la qualificazione

BENETTON SCHIANTA ZAGABRIA E TORNA A SORRIDERE IN EUROPA

In Eurocup, vittoria 82-68 sui croati del Cedevita


TREVISO - Una vittoria per rilanciarsi in Europa. La Benetton dimentica le ambascie del campionato e impartisce una severa lezione al Cedevita Zagabria nella quarta giornata dalla prima fase di Eurocup: 82-68, bissando, anzi, incrementando il successo di sette giorni fa al supplementare in Croazia. Treviso rilancia le sue chance di qualificazione, salendo a due e due perse nella classifica del gruppo G, alle spalle dello Spartak San Pietroburgo. I russi sono a punteggio pieno (4-0) dopo aver liquidato 72-60 il Bayern Monaco. Protagonisti in biancoverde Gentile e Bulleri: la guardia ventenne piazza 17 punti, con 3/4 dalla lunga, il miglior Bullo della stagione ne timbra 15, con mira quasi perfetta: 3/3 da due e 4/5 da tre. Unico neo per Djordjevic: il modesto 61% ai liberi dei suoi. Che la Benetton sia carica si capisce subito: 10-2 con 7 punti di Gentile e una bomba di Moore dopo 2' 25', mentre graffia anche la difesa. Le due triple in successione di Moldoveanu e Gentile sigillano il break (22-4) , per poi chiudere la prima frazione con il massimo vantaggio sul 26-7. Nel secondo quarto il meccanismo, però, si inceppa: la Benetton non segna per oltre quattro minuti contro la zona dei croati, che, dal canto loro, piazzano un parziale di 10-0. Treviso si riprende, nonostante qualche fiammata di Draper, l'uomo di maggior classe del Cedevita, e riesce a mantenere il vantaggio in doppia cifra, complice anche all'”omaggio” di tre liberi per un fallo a tempo scaduto. Moore ringrazia a fa tre su tre, per chiudere il parziale sul 39-27.

Treviso fatica contro la difesa schierata, concedendo invece qualche conclusione da sotto per Bagaric e Bilan: nel terzo quarto, il Cedevita si riavvicina 47-39. E' duello tra Draper e Moore: la gara entra nel vivo, con Zagabria che ritrova la mira dall'arco di Warren, per il 51-44 a 3' 48'' da giocare. Come a Zagabria, è ancora una volta Bilan a causare i maggiori grattacapi alla difesa biancoverde. Treviso fatica a rimbalzo, e così non riesce neppure ad innescare il contropiede. Ma con 5 punti consecutivi di Becirovic e due triple più un del Bullo, prove di allungo decisivo, 74-56, a poco più di 5 minuti dalla fine. Intermezzo imprevisto: dopo il black-out, stavolta è il tabellone luminoso del Palaverde a fare le bizze, costringendo a due stop. La Benetton non si fa distrarre, Gentile e Moore colpiscono dall'arco per il colpo di grazia ad ogni speranza di rimonta croata: 80-64 a 1' 14” dalla sirena finale. Per l'americano (17 punti, 4/6 da 2, 2/3 da 3e 3/3 ai liberi) è un saluto di classe al Palaverde: valigie già pronte, destinazione Boston. Applausi dagli spalti anche per Gentile e capitan Bulleri. In attesa di Roma, sabato sera, e delle mosse di mercato per rimpiazzare i partenti, in Eurocup Treviso ritrova il sorriso.

 

Parziali: 26-7, 39-27, 61-51, 82-68