Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Nei guai il medico Giancarlo Pillon ed un commerciante d'auto

"FURBETTI DELL'EVASIONE" STANGATI DALLE FIAMME GIALLE

Applicata per la prima volta la "confisca per equivalente"


TREVISO - Finiti nel mirino della Guardia di Finanza hanno cercato di far sparire i beni che erano destinati a ripianare i debiti con l'Erario. Applicata dalla Guardia di Finanza per la prima volta, nei confronti di un chirurgo trevigiano e di un imprenditore coneglianese, la “confisca per equivalente”. A finire nei guai un medico: lo scorso mese di marzo era finito nei guai per un'evasione pari a 1,3 milioni di euro con ben 450mila euro di Iva evasa. Per fuggire al Fisco il chirurgo, Giancarlo Pillon, aveva tentato di salvare i suoi averi intestando due appartamenti di lusso alla moglie e ad un "trust", un'apposita società creata ad arte per proteggere l'immobile. La sua auto, una Mercedes, era invece stata intestata alla nonna del chirurgo. La “furbata” è costata cara al medico con immobili e mezzo che sono stati confiscati. Stessa sorte anche per un commerciante d'auto a cui le fiamme gialle hanno messo sotto sequestro a due terreni e altrettante fuoriserie. L'uomo, dal 2005 al 2009, avrebbe gestito la compravendita di almeno 124 auto di lusso: attraverso una società di comodo l'uomo è riuscito ad evadere circa 1,2 milioni di euro. A finire nei guai anche le concessionarie del coneglianese che si rifornivano di mezzi dall'uomo: tutti saranno costretti al pagamento in solido dell'Iva evasa. L'imprenditore deve rispondere anche di riciclaggio.

Galleria fotograficaGalleria fotografica