Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Artificieri, ben 1357 interventi con la bonifica di 4mila ordigni

ESERCITO, PER IL 1.FOD È TEMPO DI BILANCI

Presentato dal generale Bernardini il consuntivo dell'anno 2011


VITTORIO V.TO - Come tradizione il Gen. Roberto Bernardini ha incontrato le autorità e gli organi di informazione del trevigiano per uno scambio di auguri e con l’occasione ha tracciato un consuntivo delle attività che nel 2011 hanno visto protagonista il 1° Comando Forze di Difesa (1° Fod); presenti il Prefetto di Treviso, il Sindaco di Vittorio Veneto, il vice sindaco di Treviso, il Questore, e i Comandanti provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Nel corso del suo discorso il Gen. Bernardini ha sottolineato come il difficile momento economico non impedisce all’Esercito di portare a termine tutti i compiti assegnati sia in territorio nazionale che internazionale; a conferma sono stati citati gli impegni che nel 2011 hanno visto la Brigata “Pozzuolo del Friuli” rientrare dal Libano e la “Folgore” rientrare dall’Afghanistan, mentre per il 2012 si prevede l’impiego in Libano delle Brigate “Ariete” e “Friuli”. Durante l’incontro è stato realizzato un collegamento in videoconferenza con l’Afghanistan, dove due reparti del 1° Fod (66° Reggimento Fanteria Aeromobile di Forlì e 5° Reggimento Aviazione Esercito di Casarsa) si apprestano a passare le prossime festività. Oltre alla preparazione dei reparti prima delle missioni all’estero, il 1° Fod nel 2011 è stato centro di coordinamento con le Prefetture per tutta una serie di attività sul territorio della sua area di responsabilità, che corrisponde a tutto il centro-nord Italia, dall’arco alpino fino alle regioni Toscana e Marche: Operazione “Strade Sicure” - 1567 militari dell’Esercito gestiti dal 1° Fod sono a disposizione dei Prefetti per servizi di vigilanza a obiettivi sensibili (consolati, luoghi di culto, aeroporti), Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE) e Centri di Accoglienza Richiedenti Asilo (CARA), nonché di pattuglia in concorso e congiuntamente alle Forze di polizia. Interventi di Protezione Civile per Pubbliche Calamità – il 1° Fod su richiesta dei Prefetti competenti in un’ora è pronto a inviare un nucleo di ricognizione per valutare l’esigenza e entro 12 ore può far intervenire i suoi specialisti del genio; è il caso della recente alluvione in Toscana e Liguria, dove 250 militari di reparti diversi, coordinati dal 1° Fod, sono intervenuti rimuovendo 15000 metri cubi di fango e detriti, ricostruendo e rinforzando gli argini con 20000 sacchetti a terra, operando per 4000 ore in 12 giorni con 40 macchine speciali, trasportando viveri di emergenza a famiglie isolate e ripristinando la viabilità con la posa di un ponte Bailey.

Bonifica di ordigni residuati bellici – nel 2011 sono stati 1357 gli interventi effettuati dagli artificieri coordinati dal 1° Fod, con la bonifica di circa 4000 ordigni e residuati bellici. Ogni singolo intervento può interessare più di cento proietti di artiglieria piuttosto che una sola bomba d’aereo, così come varie sono le zone dove gli interventi sono effettuati: dai 3000 metri di quota ai fiumi Po e Piave, dai centri abitati alla laguna. A tutto oggi solo nella provincia di Treviso sono stati effettuati 111 interventi, di cui forse il più rilevante è stato quello effettuato lo scorso giugno durante i lavori all’aeroporto “Canova”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica