Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'allarme a un convegno Cgil: "Potrebbe degenerare"

CAPORALATO: AGENZIE INTERINALI ABUSIVE E FINTI APPALTI

Nel trevigiano non un vero sfruttamento, ma lavoro nero e irregolarità


TREVISO - Nelle Marca non si registrano forme di caporalato vero e proprio, con operai vittime di violenze e minacce. Ciò non significa, tuttavia, che non esistano nel mercato del lavoro forme di illegalità: sono in aumento le agenzie interinali abusive, società di somministrazione di lavoro, ovvero che procurano e gestiscono gli addetti mandati in altre aziende, non iscritte all'apposito albo e, perciò, non soggette a tutti i controlli previsti per legge. Ma si registrano anche casi di pseudo-appalti o di distacchi fittizi di lavoratori da una ditta all'altra. A rilvelarlo, Antonio Bonaduce, funzionario della Direzione provinciale dell'Ispettorato del lavoro, nel corso di un convegno organizzato dalla Cgil. Soprattutto nell'edilzia e nell'agricoltura esiste anche nel Trevigiano una zona nera o grigia, che secondo le istituzioni e i sindacati deve essere tenuta sotto stretta osservazione, per evitare una degenerazione in vero sfruttamento. Tra le vittime più frequenti ci sono gli immigrati: non tanto i clandestini, quanto gli extracomunitari regolari, che avendo perso il lavoro rischiano l'espulsione e sono perciò disposti a tutto. Ai nostri microfoni, Mauro Visentin, segretario della Fillea Cgil e Elena Peruffo, dirigente dell'Ufficio stranieri della Polizia di Treviso.