Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Approvato il bilancio preventivo in Consiglio comunale

L'IMU TOGLIERÀ AL COMUNE DA 700 MILA A 3 MILIONI

Con la nuova tassa sugli immobili Ca' Sugana incasserà meno risorse


TREVISO - L'Imu, la nuova imposta municipale sugli immobili, rischia di impoverire le casse del Comune di una cifra tra i 700mila e i 3 milioni di euro all'anno. A fare i conti è l'assessore al Bilancio, Fulvio Zugno: oggi Ca' Sugana recupera circa 14 milioni dall'Ici sulle seconde case, mantenuta in vigore, in più riceve dallo Stato 4,3 milioni a titolo di "rimborso" per l'imposta sulla prima abitazione abolita dal governo Berlusconi. La nuova manovra dell'esecutivo Monti ha reintrodotto la tassa: metà degli introiti, però, dovranno essere versati dagli enti locali all'Erario centrale. I calcoli precisi potranno essere fatti a febbraio o marzo quando verranno resi noti i criteri dell'imposizione: in quel momento si renderà necessaria una variazione al bilancio preventivo approvato in Consiglio comunale. Secondo le prime stime, tuttavia, sommando le varie detrazioni e la quota da girare allo Stato, il Comune potrebbe dover fare i conti con un ammanco di introiti.