Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla Spes Arena la Sisley ci prova ma finisce 3-1 per i campioni del mondo

IL DERBY DELLE DOLOMITI VA ALL'ITAS DIATEC TRENTINO

Grande prova dei ragazzi di coach Piazza ma Trento sbaglia meno


BELLUNO - Tutto straesaurito alla Spes Arena (2600 spettatori) per il derby di alta quota tra i campioni di tutto di Trento e la Sisley Belluno, in un Santo Stefano da ricordare per la pallavolo bellunese anche se è arrivata la sconfitta per 3-1. Belluno ritrova in sestetto Ogurcak dopo l’attacco influenzale e parte con il consueto sestetto, mentre anche l’Itas è in formazione-tipo. I campioni d’Italia partono subito fortissimo, con i loro fondamentali più incisivi, cioè battuta, muro e ricostruzione che scavano subito un break importante (2-4, 3-8 al primo time out tecnico). La Sisley prova a giocare con pazienza, ma Horstink e Fei vengono difesi sulla palla alta dalla squadra di Stoytchev che con Stokr (7 punti nel set) e Kazynski vola sul 5-11, complici anche gli errori dei veneti che faticano in ricezione e conseguentemente in attacco (38% nel primo set contro il 57% dei trentini). Con il passare degli scambi il match si fa più equilibrato, ma Kaziynski firma il 9-16 al secondo time out tecnico. Le battute di Horstink cominciano a fare male, ne approfitta Kohut che firma il 12-17 dal centro. Un fortunoso ace di Raphael scava il solco decisivo (13-20) e nonostante un paio di guizzi a muro di De Togni che mettono un brivido agli ospiti (17-21), il primo set si chiude con il 18-25 per l’Itas che sfrutta l’avvio-sprint per chiudere avanti la prima frazione.

Secondo set con la Sisley che inizia “calda” con Fei e Horstink che entrano in temperatura (4-1), poi Suxho ferma Juantorena a muro e il pubblico di Belluno esplode (6-2). Stokr dopo il 70% del primo set continua a martellare e riporta sotto i suoi (5-6), ma Emanuel Kohut sigla l’ace che manda Belluno avanti 8-5 al t.o. tecnico. E’ migliorata la ricezione e Suxho puo’ far giocare anche i suoi centrali (10-7), Trento non molla e risponde colpo su colpo, ma Fei colpisce da par suo in attacco e in battuta, mandando i suoi 13-9 con giocate spettacolari. Nel momento del bisogno Trento ritrova la vena aurifera di Stokr, che al servizio fa danni e riavvicina i suoi (13-12) costringendo coach Piazza al time out. Sul 14 pari dentro Oleg Antonov per un Horstink che non riesce a scardinare il muro ospite, e Belluno allunga ancora con un fantastico Fei (16-14) che si prende sulle spalle il peso offensivo della squadra orogranata (7 punti con il 78% nel set!). L’Itas trova qualche sprazzo anche di Juantorena, poco chiamato in causa, ma Ogurcak inventa due punti d’oro (attacco e ace “liftato”) e manda la Sisley sul 19-16. Anche Antonov ci mette del suo da zona 4, Kazynski sbaglia e Belluno vola (22-18). Ma Trento non ci sta, i muri di Djuric fanno male ed è subito 23-22. Ma Kohut pesca il jolly dalla piazzola di tiro e sigla l’ace che manda le squadre 1-1. 25-22 il secondo set per una Sisley da battaglia.

Terzo set e la gara diventa bellissima, le due squadre picchiano duro e le difese fanno gli straordinari, dando spettacolo puro al pubblico di Belluno. La squadra di Piazza lotta su ogni pallone, il primo allungo è sull’8-6 con uno splendido Ogurcak che manda in tilt il possente muro trentino sulle palle velocissime che gli serve Suxho in banda. Anche Antonov mette palloni importanti, ma un paio di errori in attacco degli orogranata spianano la strada a rimonta e sorpasso dell’Itas (10-12). Stokr con i suoi aces e Djuric a muro mandano avanti Trento (12-16), con Piazza che rimette dentro Horstink per Antonov. Capitan Fei torna a colpire (13-17), ma Belluno sbaglia qualcosa di troppo in battuta, mentre cresce il cubano Juantorena dall’altra parte. E’ Fox Fei che mura Stokr in un duello ad alta quota per il 16-19, pronto il t.o. per coach Stoytchev. Bob Horstink riprende fiducia, due suoi punti in fila (attacco e muro) rimettono gli orogranata in scia (18-20). Sprint finale al calor bianco, capitan Fei con coraggio mette il 20-22, poi sbaglia di un soffio ed è 20-23, Horstink a occhi chiusi 21-23, ma l’Itas chiude 21-25 con un errore di Ogurcak e sorpassa 1-2. 

Quarto parziale con la Sisley che vede Trento andare subito sul 2-4, ma Suxho inventa di prima intenzione e rimette i suoi in scia (4-5). Il pareggio a quota 7 e il sorpasso (8-7) portano la firma di Bob Horstink che proprio oggi compie 30 anni, poi Birarelli va out ed è 9-7. Ma le battute di Juantorena fanno male e coach Piazza è costretto al time out sul controsorpasso (9-10). Trento sbaglia pochissimo, come di consueto e Belluno deve fare gli straordinari per andare a punto: De Togni con la battuta flot costringe all'errore i campioni d'Italia, parziale di 4-1 e la Sisley è di nuovo avanti (13-11) con Trento che chiede time out. Tensione alle stelle, l'Itas si affida alla sua proverbiale battuta per rientrare ancora (14-14). Incredibile Frantisek Ogurcak che mette a segno colpi impossibili e manda avanti i suoi (18-16), ma il ceko Stokr non sbaglia mai dall'altra parte. Sbaglia invece un Horstink a corrente alternata e Trento torna avanti (18-19). Ancora l'olandese ha la palla per pareggiare a quota 20, ma la sbaglia. Sussulto finale da cardiopalma, sul 22-23 Fei sbaglia senza muro e Trento chiude con Stokr: 22-25 il finale di set per un 1-3 finale che lascia un po' di amaro in bocca alla Sisley, protagonista di una bellissima partita di fronte a un pubblico veramente eccezionale. Peccato per gli errori nel finale di terzo e quarto set, ma nel complesso una gara di altissimo livello per i ragazzi di coach Piazza.