Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novitą di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il bilancio 2011 si chiuderą con 17 milioni di fatturato

LA HOME DI CISON DI VALMARINO CRESCE

L'azienda specializzata in cucine punta su Francia, Russia e Africa


TREVISO - La Home, azienda di Cison di Valmarino, specializzata in cucine componibili di media fascia, cresce in Francia. L'impresa guidata da Agostino Mirsayev nel 2001 aumenta del 58% il suo volume di affari nel paese transalpino, che oggi rappresenta oltre un terzo dei ricavi esteri della ditta. Positivi, sia pure su cifre assolute inferiori, anche i risultati da Svizzera e Russia. L'estero si conferma ancora di salvezza per le imprese trevigiane: da oltre confine ormai proviene il 40% del fatturato: solo quattro anni fa non superava il 18%. L'azienda, 47 dipendenti conta di chiudere il 2011 con un giro d'affari totale da 17 milioni di euro, in sostanziale tenuta, rispetto ad un mercato che perde il 14% complessivo. L'obiettivo è garantire la metà del fatturato da parte dei clienti stranieri: si punta soprattutto sulla Spagna, ma anche su destinazioni più lontane, come ad esempio il Medio Oriente o l'Angola dove l'impresa trevigiana ha acquisito un paio di importanti commesse nel contract, ovvero l'allestimento di grandi strutture.