Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Con il "matrimonio" risparmiati 200mila euro l'anno

"ANCHE GLI ALTRI MANDAMENTI CONFARTIGIANATO SI UNISCANO"

L'appello di Zanatta a due anni dalla fusione tra Asolo e Montebelluna


ASOLO - L'unione fa la forza. Ne sono sempre più convinti alla Confartigianato di Asolo e Montebelluna a due anni dalla fusione che ha unito i due mandamenti dell'associazione imprenditoriale. L'organizzazione può mettere sul campo la rappresentanza di 2.984 imprese, in crescita del 3 per cento dal periodo pre-aggregazione, servizi erogati in campo amministrativo e fiscale a 1.600 aziende, 5.600 cedolini gestiti al mese, oltre a 176 ditte che si affidano alla struttura per gli aspetti ambientali e di sicurezza. Ma il “matrimonio” ha portato benefici soprattutto in termini di conti economici: tra razionalizzazione e contenimento dei costi del sistema informatico, del personale, della dirigenza, della cancelleria e della segreteria in generale, l'accorpamento ha permesso di risparmiare quasi 200 mila euro. Soldi che, spiegano alla Confartigianato Asolo e Montebelluna, sono stati reinvestiti per le sedi di Giavera e Valdobbiadene, per una moderna sala congressi da 300 posti pronta a maggio ad Asolo e per un impianto fotovoltaico per rendere autonomo dal punto di vista energetico il centro La fornace di Asolo. Proprio alla luce di questi risultati, Stefano Zanatta, presidente di Confartigianato Asolo e Montebelluna, sollecita altre istituzioni ed enti, a partire dalla sua stessa organizzazione, a proseguire sulla strada dell'aggregazione.

Ecco le parole del leader degli artigiani asolan-montebellunesi.