Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Ex dipendente costretto a "lavare l'onta" con la promessa di un lavoro

FIGLIO PICCHIATO DA MAROCCHINO, IL PADRE ORDINA LA VENDETTA

Montebelluna, 53enne imprenditore denunciato per lesioni e minacce


MONTEBELLUNA - Il figlioletto di 16 anni aveva provocato, con offese razziste, un gruppetto di magrebini ed era stato malmenato da un 15enne marocchino. Il padre del ragazzino picchiato, un imprenditore montebellunese di 53 anni, dopo aver chiesto ai carabinieri di intervenire immediatamente, ha pensato a questo punto di farsi giustizia da solo: ha assoldato un ex dipendente, un 37enne marocchino e con la promessa di venire riassunto l'ha incaricato di mettere in atto la vendetta, picchiando il 15enne autore dello “sgarro” ai danni del figlioletto. Questa l'incredibile vicenda portata alla luce dai carabinieri di Montebelluna che hanno denunciato per lesioni, alla Procura dei minori, il 15enne magrebino e deferito per lesioni e minacce in concorso sia l'imprenditore che il 37enne, incaricato del pestaggio. Nessun provvedimento è stato preso invece per il 16enne che aveva innescato questa catena di vendette con offese pesantissime verso i magrebini mentre passeggiava, lo scorso 28 dicembre, nei pressi del mercato del pesce di Montebelluna. Dopo averle buscate dal ragazzo marocchino, di un anno più giovane di lui, il 16enne ha chiesto l'intervento del padre imprenditore, molto noto a Montebelluna.