Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, bottino di 5mila euro, indaga la polizia

AUTO-ARIETE CONTRO VETRINA, SPACCATA DEI LADRI DA "DIADEMA"

Negozio di argenteria di viale Brigata Marche nel mirino di una banda


TREVISO - Prima hanno rubato una vecchia Alfa 164 ad un residente di Carbonera, una donna di 60 anni, poi hanno utilizzato il mezzo come ariete per infrangere la vetrina del negozio di argenteria “Diadema” di viale Brigata Marche. Ammonta ad oltre 5mila euro il furto messo a segno nella notte da un commando formato da tre malviventi, ora braccati dalla polizia. L'episodio è successo mercoledì, poco dopo le mezzanotte. I residenti vengono improvvisamente richiamati da un boato, provocato appunto dall'impatto con l'auto: qualche testimone nota un giovane incappucciato all'esterno che fa da palo per i due complici, entrati all'interno per prendere la refurtiva composto perlopiù da vasi e statuette. I ladri, scattato l'allarme, sono rapidissimi: in meno di un minuto scappano a piedi verso Carbonera, abbandonano sul posto l'auto rubata e raggiungono un altro mezzo con cui si danno alla fuga. Sul posto giunge una volante della polizia ed il proprietario a cui non resta che fare la conta dei danni subiti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica