Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'assessore Mauro: "Visione retrograda del vicesindaco, difende la struttura abusiva"

BOCCIATI I CHIOSCHI SULLE MURA, MA È GUERRA IN GIUNTA

Il veto di Gentilini sui nuovi bar lungo la cinta cinquecentesca


TREVISO - Bocciati i chioschi sulle Mura. Ma sulla vicenda, è guerra in giunta: Gentilini contro tutti. Il progetto di installare un altro bar, oltre quello già esistente, sulla cinta muraria, per poi in futuro aumentare fino a quattro punti vendita, ha mandato su tutte le furie il vicesindaco, assente nella giunta che prima di Natale ha approvato all'unanimità l'iniziativa. Lo Sceriffo ha difeso strenuamente il chiosco esistente, insediato nel 2000, quando Genty era sindaco, e che fa capo a Remo Giacomel, ed ora colpito da un provvedimento di sgombero della Polizia locale per una serie di irregolarità. Poi nonostante i tentativi di mediazione del sindaco Gobbo e degli altri assessori, ha posto il veto alla costruzione di altre strutture. La giunta ha rischiato di spaccarsi sull'argomento. Alla fine, per non incrinare l'alleanza Lega – Pdl, si è raggiunto un compromesso: niente nuovi chioschi, ma l'odierno bar, vicino a varco Manzoni, sarà rimosso, lo spazio sarà rimesso in gara pubblica, a cui potrà concorrere anche l'attuale gestore, per costruire un locale temporaneo in regola con i dettami di Comune e Sovrintendenza. L'assessore alle Attività produttive, principale sostenitore del progetto, insieme al coordinatore comunale del Pdl, Enrico Renosto, rimarca però la differenza tra la visione propria e del partito e quella, definita “retrograda e pretestuosa” di Gentilini. Accuse rispedite al mittente da Gentilini. Che ribadisce di essere stato l'artefice del recupero delle Mura e di voler continuare a mantenerle libere da ogni ulteriore struttura.