Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'assessore Mauro: "Visione retrograda del vicesindaco, difende la struttura abusiva"

BOCCIATI I CHIOSCHI SULLE MURA, MA ╚ GUERRA IN GIUNTA

Il veto di Gentilini sui nuovi bar lungo la cinta cinquecentesca


TREVISO - Bocciati i chioschi sulle Mura. Ma sulla vicenda, è guerra in giunta: Gentilini contro tutti. Il progetto di installare un altro bar, oltre quello già esistente, sulla cinta muraria, per poi in futuro aumentare fino a quattro punti vendita, ha mandato su tutte le furie il vicesindaco, assente nella giunta che prima di Natale ha approvato all'unanimità l'iniziativa. Lo Sceriffo ha difeso strenuamente il chiosco esistente, insediato nel 2000, quando Genty era sindaco, e che fa capo a Remo Giacomel, ed ora colpito da un provvedimento di sgombero della Polizia locale per una serie di irregolarità. Poi nonostante i tentativi di mediazione del sindaco Gobbo e degli altri assessori, ha posto il veto alla costruzione di altre strutture. La giunta ha rischiato di spaccarsi sull'argomento. Alla fine, per non incrinare l'alleanza Lega – Pdl, si è raggiunto un compromesso: niente nuovi chioschi, ma l'odierno bar, vicino a varco Manzoni, sarà rimosso, lo spazio sarà rimesso in gara pubblica, a cui potrà concorrere anche l'attuale gestore, per costruire un locale temporaneo in regola con i dettami di Comune e Sovrintendenza. L'assessore alle Attività produttive, principale sostenitore del progetto, insieme al coordinatore comunale del Pdl, Enrico Renosto, rimarca però la differenza tra la visione propria e del partito e quella, definita “retrograda e pretestuosa” di Gentilini. Accuse rispedite al mittente da Gentilini. Che ribadisce di essere stato l'artefice del recupero delle Mura e di voler continuare a mantenerle libere da ogni ulteriore struttura.