Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lo Sceriffo: "Il bar abusivo? Per l'ordine pubblico, si può chiudere un occhio"

GENTY VUOLE LE SCUSE DELL'ASSESSORE MAURO: "MESSA IN DUBBIO LA MIA ONESTÀ"

Continua la polemica in giunta per i chioschi sulle Mura


TREVISO - Nessuna offerta di pace: Giancarlo Gentilini non intende retrocedere dalle sue posizioni nella vicenda dei chioschi sulle Mura. Anzi, il vicesindaco rilancia e pretende scuse ufficiali dall'assessore alle Attività produttive: "Mauro deve scusarsi perchè ha definito retrograda la mia visione di città e soprattutto perchè ha messo in dubbio la mia onestà, adombrando miei interessi personali nella questione". Lo Sceriffo, infatti, ha difeso strenuamente, anche con pressioni sugli uffici secondo l'assessore, il bar oggi installato vicino a varco Manzoni, nonostante le irregolarità a carico della struttura verificate dalla Polizia locale e il conseguente provvedimento di sgombero. Gentilini, tuttavia, non vuol sentir parlare di difesa di un'opera abusiva: "E' una questione di ordine pubblico e quando  è in ballo l'ordine pubblico si può chiudere un occhio su altri aspetti. Quel chiosco ha contribuito a ripulire le Mura: prima che diventassi sindaco erano un ricettacolo di zingari, clandestini e pattume. Altri insediamenti potrebbero alterare l'equilibrio e la sicurezza che ho instaurato", ha ribadito il numero due di Ca' Sugana, motivando la sua opposizione al progetto di autorizzare altri chioschi lungo la cinta muraria. Un niet che ha rischiato di far traballare la stessa giunta comunale.