Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lo Sceriffo: "Bossi ha sbagliato, lasci i problemi di coscienza al papa"

GENTILINI: "CHI HA VOTATO A FAVORE DI COSENTINO, VA ESPULSO DALLA LEGA"

Il vicesindaco furioso dopo il salvataggio dell'ex sottosegretario Pdl


TREVISO - Il salvataggio di Nicola Cosentino, l'ex sottosegretario del governo Berlusconi, accusato di camorra, per il quale la Camera ha negato l'autorizzazione all'arresto anche con i voti di alcuni leghisti, manda su tutte le furie Giancarlo Gentilini. “ A pensarci mi viene il voltastomaco - tuona lo Sceriffo -. La Lega è sempre stata contro mafia, 'ndrangheta e camorra: quelli che hanno votato a favore della mafia devono essere espulsi dal movimento”. Genty si dice d'accordo con Maroni e Salvini: “Bossi ha preso una posizione che non condivido. A lui dico: i problemi di coscienza sono un affare del papa, non di un combattente leghista”. Secondo il vicesindaco di Treviso atteggiamenti come quelli tenuti nel caso Cosentino rischiano di non essere compresi dalla base: “Stiamo già perdendo la fiducia, soprattutto di quei vecchi militanti iscritti da vent'anni. La Lega ha un unico credo politico: lotta senza remore contro tutte le mafie, le prostitute, i gay”.