Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mezzo rintracciato a Fanzolo grazie all'antifurto satellitare

IMPRENDITORE SI FERMA PER FARE COLAZIONE, LADRI SCAPPANO CON L'AUTO

Audi RS4 lasciata con il motore acceso vicino ad un bar di Mignagola


VEDELAGO - Si era fermato in un bar di Mignagola di Carbonera per fare colazione ma ha pensato bene di lasciare la sua potente Audi RS4, aperta e con il motore acceso: insomma il sogno di ogni ladro d'auto. Ad essere derubato un noto imprenditore di 65 anni che ha lanciato l'allarme ai carabinieri verso le 7.15 del mattino. Grazie all'antifurto satellitare installato sulla vettura i militari sono riusciti a scovare l'auto che si stava dirigendo a velocità folle, circa 220 km/h, verso Porcellengo di Paese. All'interno del mezzo due malviventi che evidentemente avevano ben studiato il colpo e forse conoscevano le abitudini del proprietario del mezzo che aveva lasciato il motore acceso per non raffreddarne l'abitacolo. Una pattuglia è riuscita a rintracciare l'auto mentre era in coda, sempre nella zona di Paese ma i ladri, per cercare di sfuggire, hanno pensato bene di urtare la “gazzella” dei carabinieri per guadagnarsi la fuga. Il mezzo sarà ritrovato qualche minuto dopo nei pressi di Fanzolo di Vedelago, a bordo strada: i ladri avevano compreso che proseguire quella fuga sarebbe risultato inutile.