Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, microcamera al bancomat: nei guai un connazionale 31enne

POS MANOMESSO, DECINE DI CLIENTI DELL'UPIM DERUBATI

Conegliano, denunciato un romeno 33enne: prelievi per migliaia di euro


CONEGLIANO - Ha manomesso il pos all'interno del negozio Upim di Conegliano truffando 83 malcapitati clienti che si sono visti alleggerire il conto corrente con prelievi che vanno dai 78 ai 3mila euro. E' stato denunciato dagli agenti del Commissariato un 33enne romeno con precedenti in provincia di Novara dove venne arrestato dalla squadra mobile in flagranza. L'uomo, secondo la ricostruzione della polizia, si sarebbe introdotto nottetempo all'interno dell'Upim per applicare al pos uno skimmer ed una memoria per immagazzinare i codici dei clienti: in una successiva intrusione l'uomo ha poi recuperato il tutto per poi dare il via ai prelievi. E' stato invece identificato ma resta per ora irreperibile un 31enne romeno: l'uomo aveva piazzato una microcamera ed un lettore di tessere bancomat presso lo sportello della “Banca popolare di Vicenza” di Susegana. Lo straniero, denunciato ma ancora irreperibile, cedeva poi ad altri i codici per effettuare acquisti in rete, perlopiù verso gli Stati Uniti. A suo carico ci sono per ora sette episodi di questo tipo.