Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Villorba, droga nascosta nel bidet e nei bidoni

"MARIA" E "COCA": DAL RESIDENCE LA BANDA GESTIVA LO SPACCIO

Arrestati un 23enne polacco, una marocchina 21enne edun tunisino


VILLORBA - Il quartier generale era in un residence di recente costruzione a Villorba: è da qui che tre trafficanti di droga smerciavano marijuana e cocaina, nascosta sotto il frigorifero, nel bidone della spazzatura e perfino in un anfratto ricavato da un bidet del bagno. Sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio un 23enne polacco, Damian Piekarski, la convivente marocchina, la 21enne Sanaa Et Talebi ed un tunisino, Ayem Yousfi, 23 anni e residente in un altro appartamento dello stesso residence. Sequestrati complessivamente 400 grammi di marijuana, 10 grammi di cocaina e oltre 1300 euro in contanti. Ad avviare le indagini dei carabinieri di Treviso sono state le testimonianze di alcuni residenti del residence ed alcuni tra le decine di assuntori che si servivano di questa piccola organizzazione. Sequestrati anche varie agende, appunti e perfino una sorta di libro mastro con nomi e numeri di telefono dei clienti: tutti saranno sentiti nei prossimi giorni e per molti potrebbe scattare la segnalazione alla Prefettura.

Galleria fotograficaGalleria fotografica