Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ferdinando Abate, 43enne napoletano: pag˛ 1000 euro per il pestaggio

ORDINO' IL PESTAGGIO DI ALESSIO PROSDOCIMO, MANDANTE IN CELLA

25enne di Meduna rapito e picchiato da due romeni giÓ finiti in carcere


TREVISO - Ferdinando Abate, 43 anni, napoletano di Acerra e con vari precedenti: è lui il mandante del violento pestaggio subito lo scorso 20 settembre da Alessio Prosdocimo, il 25enne di Meduna di Livenza figlio di Agostino, proprietario dell'azienda specializzata in traslochi e trasporto di bagagli “Roiatti”. Il partenopeo è stato arrestato dai carabinieri nella sua abitazione di Villagnedo su ordine di carcerazione firmato dal gip di Pordenone, Piera Binotto. Secondo le indagini condotte dai carabinieri di Conegliano avrebbe pagato con 1000 euro gli esecutori materiali della spedizione punitiva: Onisor Ionut Ivanciu e Gheorghe Spiridon, romeni, entrambi 20enni residenti in provincia di Trento ed arrestati lo scorso 25 novembre. Sono ancora oscure le motivazioni di quella che ha tutta l'aria di essere una vendetta trasversale. La famiglia di Ferdinando Abate gestisce a Napoli la “New Generation”, società che in passato ha lavorato come contoterzista per la “Roiatti”. E potrebbero esserci dei contrasti tra le due aziende alla base del piano organizzato dal 43enne che a Trento lavorava come buttafuori in discoteca e operaio edile. Il napoletano aveva conosciuto i due romeni in discoteca mentre lavorava come buttafuori: con loro il 43enne comunicava attraverso “pizzini”, evitando il telefono. Tra i foglietti ritrovati durante la perquisizione delle abitazioni degli stranieri, gli investigatori hanno ritrovato una lista con imprenditori e negozianti da “punire” con lo stesso trattamento che era stato riservato ad Alessio Prosdocimo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica