Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Corpo a corpo con la morte

IL LIBRO: FILOSOFANDO CON HARRY POTTER

Intervista all'autrice Laura Anna Macor


TREVISO - (ag) In questa puntata di Lune_di libro parleremo della saga di Harry Potter, ma con un approccio filosofico. Una narrazione costruita su diversi piani di lettura, più o meno profondi, fa di questo racconto un vero bestseller, capace di catturare un pubblico ampio ma vario. Laura Anna Macor nel suo saggio “Filosofando con Harry Potter. Corpo a corpo con la morte” edito da Mimesis, Il caffè dei filosofi, indaga con acuta sicurezza gli aspetti filosofici che sottendono alla saga della Rowling, individuando nella morte non solo il filo rosso della narrazione, ma la vera co-protagonista dell’intera vicenda. Una narrazione che dal primo all'ultimo volume sviluppa le questioni alla base della riflessione filosofica, ossia il senso della morte e la possibilità (ed eticità) di intervenire per ritardarla o evitarla. Quello che HP compie è un percorso che determina non solo la sua salvezza, o il prevalere del bene sul male, ma piuttosto una crescita interiore che va verso l’accettazione della morte. Così la magia ha la stessa forza che la tecnologia ha nel nostro mondo: è utile ai sensi della vita, ma non infallibile. 

Evidenziando dapprima alcuni elementi introdotti dalla Rowling, che ad uno sguardo superficiale sembrerebbero superflui o addirittura poco pertinenti, Macor ristabilisce "il perchè" di queste scelte, indispensabili per la coerenza interna della narrazione. Come ad esempio l’espediente dei tre doni, elemento apparentemente trascurabile, ma che rappresenta il fulcro del ragionamento della Macor: il racconto, in effetti, avrebbe funzionato lo stesso limitando l’azione di HP alla distruzione degli Horcrux, gli oggetti che contengono le frazioni dell’anima di Voldemort. I doni, invece, mettono HP in una condizione di parità col nemico, di fronte al bivio in cui si era trovato alla stessa età il giovane Tom Riddle, futuro Lord Voldemort. Harry Potter ma non solo, il saggio di Macor esalta anche il ruolo di quei personaggi che, nel presente della narrazione, hanno già compiuto il loro percorso e sono arrivati alla maturità attraverso "sbandamenti" e ritorni alla corretta via.

Per gli appassionati di HP questo saggio rappresenterà una preziosa occasione per approfondire gli aspetti più latenti della saga, mentre per chi fosse interessato a un approccio più interpretativo "Filosofando con Harry Potter" sarà un nuovo ed importante esempio di applicazione, e di collegamento, dell'ermeneutica filosofica con la letturatura "pop" contemporanea.

 

Laura Anna Macor è dottore di ricerca in filosofia all'Università di Padova e ha studiato presso la Scuola Normale Superiore, l'Università di Pisa e l'università di Padova. Si occupa principalmente di filosofia tedesca del Settecento ed è autrice di numerosi articoli e di tre volumi specialistici: La fragilità della virtù. Dall’antropologia alla morale e ritorno nell’epoca di Kant Il giro fangoso dell’umana destinazione. Friedrich Schiller dall’illuminismo al criticismo (tradotto anche in tedesco), Friedrich Hölderlin. Tra illuminismo e rivoluzione.






Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
30/01/2012 - Il libro: Il tempo ritrovato
23/01/2012 - Il libro: Ida nel sogno della ragione
16/01/2012 - Il libro: La Signora dei Canestri
09/01/2012 - Il Libro: Sport, Unione europea e diritti umani
20/12/2011 - Il Libro: Mangia che ti passa
12/12/2011 - Il libro: Storia della danza italiana
05/12/2011 - Il libro: La dinastia Stucky
28/11/2011 - Il libro: Mani calde