Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al rientro da una serata a Venezia uscì di strada: morì il 18enne Mauro Bortolon

SCHIANTO DI CARNEVALE: DIEGO FADDA PATTEGGIA 16 MESI

Il 23enne guidava dopo aver fumato marijuana: revocata la patente


PEDEROBBA – (gp) Alla guida di una Toyota Aigo, sotto l'effetto di cannabinoidi, era uscito di strada a Pederobba dopo una sabato passato a Venezia con tre amici per festeggiare il Carnevale. Nel terribile schianto contro un muretto di cemento poco prima di un sottopassaggio, avvenuto alle 7.30 di domenica 6 marzo lungo la Feltrina, perse la vita il feltrino Mauro Bortolon, 18 anni appena compiuti. Finito di fronte a un giudice per rispondere del reato di omicidio colposo e di guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, il 23enne Diego Fadda, compaesano della vittima, ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione, ottenendo la sospensione condizionale della pena. Il gup Umberto Donà ha inoltre disposto per il ragazzo la revoca della patente proprio perchè ha causato un incidente mortale mettendosi al volante dopo aver assunto marijuana. Impossibile stabilire quanto avesse fumato e soprattutto quando, ma per il giudice Diego Fadda non era comunque nelle condizioni ottimali per poter affrontare il viaggio di rientro in auto da Venezia a Feltre, per di più alle 7 del mattino dopo una notte passata senza chiudere occhio.