Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo 4 mesi concessi gli arresti domiciliari a E.G. in attesa di giudizio

ABUSI SULLA VICINA DI CASA: SCARCERATO 25ENNE ALBANESE

La sentenza verrà pronunciata il prossimo 6 marzo


TREVISO – (gp) E' uscito dal carcere il 25enne albanese accusato di aver violentato la sua vicina di casa, una 15enne sua connazionale. Il pm Valeria Sanzari non aveva dato il proprio parere favorevole alla scarcerazione ma il collegio dei giudici del tribunale di Treviso ha disposto che il giovane rimarrà in attesa di giudizio agli arresti domiciliari a Pistoia, a casa di un parente e lontano dalla presunta vittima che lo ha trascinato in aula accusandolo di violenza sessuale. Il 6 marzo prossimo verrà pronunciata la sentenza ed E.G., queste le sue iniziali, potrà ascoltarla da uomo libero. I fatti risalgono al marzo dello scorso anno: stando alla denuncia la ragazza sarebbe stata attirata nell'appartamento del giovane dove poi si sarebbe consumata la violenza. Per mesi la 15enne tenne nascosto quel segreto fino a quando alcune insegnanti della scuola da lei frequentata compresero che in lei qualcosa era cambiato. Il suo rendimento scolastico era peggiorato ed il suo stato d'animo da gioioso e spensierato era diventato cupo e triste. La ragazzina era aveva confessato lo stupro a una professoressa che aveva prima parlato con il preside e poi con la squadra mobile della polizia. La giovane aveva inoltre ricostruito con precisione la vicenda durante un'audizione protetta in Questura: l'adescamento, il racconto delle ore di violenza, le minacce del suo aguzzino, le telefonate e gli sms. Le indagini avevano portato il gip del tribunale di Treviso, Umberto Dona' a emettere ad inizio giugno un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 25enne albanese che nel frattempo era tornato in patria. Il presunto violentatore era stato arrestato il 13 ottobre scorso quando, pensando forse che le acque si fossero calmate, era tornato nella Marca. Saranno i giudici a decidere se il 25enne abbia o meno abusato della giovanissima vicina di casa.