Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Villorba, messinscena scoperta dai carabinieri grazie ai rilievi scientifici

SIMULA UNA RAPINA PER DERUBARE IL FRATELLO: DENUNCIATO

17enne aveva detto di essere stato aggredito in casa da due banditi


VILLORBA - Aveva bisogno di denaro per acquistare sigarette e ricariche telefoniche e così ha pensato bene di rubare al fratello 100 euro e di simulare una violenta rapina, subita in casa da due banditi che lo avevano percosso. La denuncia della violenta aggressione subita lo scorso 15 dicembre da un 17enne di Villorba non aveva però convinto del tutto i carabinieri che hanno infatti scoperto che si trattava di una vera e propria messa in scena. Per rendere più credibile la rapina il ragazzo si era procurato delle lesioni alla testa, sbattendola contro il muro ed aveva poi messo a soqquadro l'abitazione facendo sparire, oltre ai 100 euro poi spesi, anche un assegno da 630 euro e vari gioielli. Per le medicazioni si era fatto accompagnare in ospedale dal fratello 21enne che come i genitori era caduto nel raggiro. I rilievi effettuati dai militari avevano ben presto smascherato il 17enne che si era ispirato peraltro ad un furto, vero, subito otto anni fa. Per il ragazzo è scattata una denuncia per simulazione di reato.