Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'operaio bolognese cadde dal tetto del capannone della MB di Borso del Grappa

UNA SOLA CONDANNA PER LA MORTE DI GIAMPAOLO VERNOCCHI

Un anno e 4 mesi a Michele Buttieri e 200 mila euro di danni


BORSO DEL GRAPPA – (gp) La morte di Giampaolo Vernocchi, bolognese di 51 anni caduto dal tetto del capannone della MB di Borso del Grappa il 4 agosto del 2008, ha un solo responsabile: si tratta di Michele Buttieri, all'epoca dirigente e responsabile tecnico della Gico System di Bologna che stava eseguendo i lavori di ristrutturazione, condannato per omicidio colposo a un anno e quattro mesi di reclusione oltre al pagamento di 200 mila euro a titolo di risarcimento alle tre parti civili. Alla sbarra, per le medesime accuse, erano finiti anche Olivo Sutto, 54enne responsabile dei servizio di prevenzione infortuni del Gico System, e Arduino Bordignon, titolare della MB di Borso del Grappa. Il primo è stato assolto per non aver commesso il fatto, per il secondo invece è stato disposto il non luogo a procedere in quanto morto suicida. Ai due deceduti, vittima e imputato, nel corso del processo si è aggiunta anche una terza persona: si tratta di Alessandro Landini, l'operaio 53enne di Bologna precipitato da 15 metri assieme a Giampaolo Vernocchi. L'infortunio sul lavoro dell'agosto del 2008 aveva infatti avuto come bilancio un morto e un ferito gravissimo. Se Landini sia passato a miglior vita per le ferite riportate in seguito alla caduta non lo si saprà mai. Per le lesioni subite lui e la sua famiglia avevano ricevuto un risarcimento danni e non si erano costituiti parte civile al processo. Il decesso però è avvenuto in seguito, e la notizia è giunta al pubblico ministero Giovanni Francesco Cicero ad anni di distanza dal fatto e a procedimento penale giunto già alla terza udienza. Impossibile dunque stabilire se ci sia stato o meno nesso di causa tra l'incidente e il decesso.