Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinque albanesi a Cimadolmo avevano trasformato una casa in laboratorio

STANGATA ALLA BANDA DELLA COCA: CONDANNE PER 8 ANNI

A Cipam Cico Urim 4 anni e 8 mesi, 3 anni e 4 mesi a Fabio Koka


TREVISO – (gp) Stangata la banda della coca. Avevano messo in piedi una vera e propria fabbrica della droga in un appartamento di Cimadolmo, un laboratorio in cui si tagliavano le dosi di cocaina per poi smerciarle non solo in tutta la sinistra Piave ma anche all'estero. Avevano preso mille precauzioni, cambiando di continuo utenze telefoniche e conducendo una vita di basso profilo. Uno di loro, tradito dall'amore per una donna per la quale era arrivato a spendere fino a 3mila euro in regali con il solo obiettivo di conquistarla, ha portato gli inquirenti a identificare e processare i cinque componenti della gang, tutti albanesi. Finiti di fronte al gup Silvio Maras, due sono stati condannati, due ammessi al rito abbreviato e uno rinviato a giudizio. A usufruire dello sconto di un terzo della pena saranno, il prossimo 7 giugno, il 25enne Shaban Babasi e il 44enne Bujar Lleshi, il capo dell'organizzazione. A giudizio è invece finito l'unico latitante, il 30enne Bujar Sala. La stangata, almeno per il momento, è arrivata per Cipam Cico Urim, 36enne titolare di una piccola azienda edile che ha patteggiato quattro anni e otto mesi di reclusione, e per il 28enne Fabio Koka, che ha patteggiato tre anni e quattro mesi. I carabinieri avevano smantellato l'organizzazione criminale nel giugno dello scorso anno: in tre erano stati fermati al casello dell'A/27, a Conegliano mentre stavano fuggendo verso l'Albania a bordo di una Fiat Punto. L'obiettivo della banda era quello di dare vita a uno stabilimento balneare nel paese balcanico: sembrava avessero già acquistato il tratto di spiaggia adatto oltre a lettini, ombrelloni e sdraio che sarebbero arrivati dall'Italia, provenienti da un altro stabilimento, probabilmente romagnolo. Il rinvenimento di 3 etti di cocaina nei pressi di un sottopasso a Ramera di Mareno di Piave aveva dato il via alle indagini. In seguito al fermo di Conegliano venne posto sotto sequestro anche l'appartamento-laboratorio di Cimadolmo. All'interno i carabinieri trovarono 4 etti di cocaina e un ingente quantitativo di sostanza da taglio: 4 kg di lidocaina, un etto di manitolo, acetone, guanti in lattice, buste di cellophan, una pressa idraulica per comprimere le dosi oltre a 20mila euro in contanti.