Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderā il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I due indagati per l'incendio del locale di Onč di Fonte non hanno risposto al giudice

ROGO AL "VECCHIO MULINO": I DUE PIROMANI SCELGONO IL SILENZIO

Interrogatorio in vista per Leopoldo Vanzetto, titolare del ristorante


TREVISO – (gp) I piromani del “Vecchio Mulino” hanno scelto la via del silenzio. Comparsi davanti al gip Elena Rossi, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Nei loro confronti non è stata disposta nessuna modifica alla misura di custodia cautelare in carcere. I due, dopo 5 mesi di indagini, sono stati arrestati venerdì pomeriggio dai carabinieri di Treviso perchè considerati gli autori del rogo che ha distrutto il 3 ottobre scorso il ristorante “Vecchio Mulino” di Onè di Fonte. Entrambi con precedenti penali alle spalle, sarebbero stati assoldati da Leopoldo Vanzetto, il titolare del ristorante anche lui iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di incendio doloso in concorso, il quale a causa di una situazione finanziaria difficile (si parla di debiti per circa 700 mila euro) avrebbe voluto incassare il premio da 1,4 milioni di euro dell'assicurazione per mettere a posto i conti della sua attività. Di quel denaro, una parte sarebbe servita a pagare i due arrestati per il lavoro svolto. Se la dinamica dei fatti dovesse corrispondere ai sospetti degli inquirenti, si configurerebbe anche il reato di tentata truffa ai danni dell'assicurazione, considerata come aggravante in vista di un'eventuale sentenza di condanna. Leopoldo Vanzetto, per il quale il pm Iuri De Biasi aveva già chiesto l'esecuzione di ordine di carcerazione respinto però dal gip, verrà interrogato nei prossimi giorni.