Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nervesa, arrestati per estorsione Loris Levac e Natale Durante

"RIVUOI L'AUTO? DACCI 5MILA EURO E TE LA FACCIAMO RIAVERE"

Meccanico si rivolge a due giostrai per recuperare la Bmw rubata


NERVESA DELLA BATTAGLIA -  “Ti hanno rubato la macchina? Te la facciamo ritrovare noi”. Dietro pagamento, s'intende, di cinquemila euro. Due giostrai sono stati arrestati per estorsione ai danni di un meccanico di Nervesa della Battaglia. L'uomo, A. O., 27 anni, il 6 febbraio scorso, aveva subito il furto della sua Bmw 330. Tramite lo zio, 63enne, a sua volta dipendente dell'officina di famiglia, aveva contattato Loris Levac, 32 anni, residente ad Arcade, con vari precedenti anche analoghi, e Natale Durante, 58 anni. I due avevano assicurato di poter recuperare la vettura, ma per i loro “servigi” domandavano una commissione da cinquemila euro. E le loro richieste si sono fatte via via più pressanti, tanto da spingere Orazio a rivolgersi alla Polizia. Così all'incontro, fissato per il pomeriggio di lunedì, per consegnare la prima tranche da 1.500, all'appuntamento si sono presentati pure gli uomini della Squadra Mobile. Gli agenti hanno prima seguito la trattativa iniziata nell'officina e poi proseguita nell'adiacente abitazione di Enzo Orazio, poi, quando Levac e il suo complice, sono saliti in auto per andarsene, li hanno bloccati. In tasca, le tre banconote da 500 euro, che i poliziotti avevano preventivamente fotocopiato per poterle riconoscere come prova. I due sono stati arrestati il flagranza per estorsione, aggravata dal fatto che lo stesso Levac nel 2010 era stato arrestato dai carabinieri di Volpago del Montello per un altro tentativo di ricatto. Dell'auto rubata, invece, per ora nessuna traccia.