Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato il 45enne marocchino che tentò un approccio con una 16enne

TENTATA VIOLENZA SESSUALE IN STAZIONE: DUE ANNI DI CARCERE

L'uomo è stato messo agli arresti domiciliari dopo 3 settimane in cella


TREVISO – (gp) Due anni di reclusione senza sospensione condizionale della pena. Questa la sentenza di condanna emessa dal collegio dei giudici del tribunale di Treviso a carico del marocchino di 45 anni finito in manette con l'accusa di tentata violenza sessuale nei confronti di una studentessa 16enne avvenuta il giorno di San Valentino nei bagni della stazione delle corriere di Treviso. La Corte ha inoltre stabilito l'immediata scarcerazione dell'uomo per il quale sono stati disposti gli arresti domiciliari. “I giudici hanno mantenuto la qualificazione giuridica del fatto – ha riferito il legale del 45enne, l'avvocato Alessandra Nava – ma lo hanno ritenuto di una gravità minore rispetto alle richieste del pubblico ministero che aveva ipotizzato una condanna a tre anni e sei mesi di reclusione. La prima vittoria che abbiamo ottenuto è quella che anche secondo il tribunale non è necessario che l'imputato rimanesse in carcere”. L'uomo aveva sempre negato di aver tentato un approccio sessuale con la vittima, che si è costituita parte civile con l'avvocato Luigi Dalla Rosa ottenendo una provvisionale di 5 mila euro a titolo di risarcimento danni. La difesa, che attenderà il deposito delle motivazioni prima di decidere se presentare ricorso in appello, si è detta comunque soddoisfatta del risultato ottenuto in primo grado, ribadendo però l'innocenza dell'uomo. La strategia puntava infatti a far derubricare il reato in atti osceni in luogo pubblico, ma la denuncia della vittima ha convinto i giudici a non modificare le accuse. "Esprimo soddisfazione -ha dichiarato il Questore Carmine Damiano- per la celerità della risposta del circuito della giustizua, continueremo a presidiare l'area della stazione e della stazione delle corriere come abbiamo fatto in passato affinchè i cittadini sentano la presenza delle forze dell'ordine".