Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, al voto il prossimo 14 ottobre residenti, sedicenni e immigrati

PRIMARIE PER SCEGLIERE IL CANDIDATO SINDACO DEL PD

Competizione aperta a tutti, anche ai non iscritti


TREVISO - Manca più di un anno alle elezioni comunali di Treviso, ma la lunga marcia di avvicinamento del Pd è avviata: il circolo trevigiano lancia le primarie per scegliere il proprio candidato per Ca' Sugana. "Primarie del terzo tipo", le definiscono gli stessi organizzatori: non si tratta, infatti, nè di una consultazione riservata ai soli iscritti del partito, nè allargate all'intera coalizione del centrosinistra. Il voto è stato, al momento fissato, per il 14 ottobre: potranno candidarsi tutti i soggetti, anche senza la tessera dei Democratici in tasca, magari rappresentanti della società civile o del mondo dell'associazionismo, purchè si riconoscano nei valori e in alcuni linee programmatiche fondamentali espresse in un manifesto che verrà votato dall'assemblea del Pd a fine maggio. Ogni candidatura dovrà essere sostenuta da 60 a cento firme, di cui venti di iscritti (a garanzia di "incursioni" strumentali da parte di esponenti di altre forze politiche). A votare saranno tutti i cittadini inseriti nelle liste elettorali del Comune, allargati ai sedicenni e agli immigrati regolarmente residenti in città, più un ristretto numero di iscritti al circolo di Treviso, benchè abitanti fuori comune. Per partecipare occorrerà versare una quota di due euro. Il vincitore sarà considerato l'alfiere del Pd trevigiano nella corsa al municipio, anche se, tuttavia, nulla esclude che, in base alla creazione di una successiva coalizione, si possa ricorrere ad un'ulteriore tornata di primarie tra i rappresentanti dei diversi partiti coinvolti. E' la prima volta che un circolo comunale ricorre ad una simile formula di selezione. Ad illustrarla, Adriana Vigneri, ex parlamentare trevigiana, docente universitaria di diritto e presidentessa della commissione che ha eleborato il regolamento delle primarie.