Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Martedì scorso la morte della piccola Gjulsym Zemaj

SAFETY-CAR LUNGO IL PUT CONTRO L'ALTA VELOCITÀ

Iniziativa dei carabinieri, "gazzella" a perlustrare l'anello cittadino


TREVISO - Una “gazzella” dei carabinieri a pattugliare il put come una sorta di safety car. Il controllo, già attivo in queste ore, fungerà da deterrente per chi percorre spesso ad alta velocità l'anello esterno della circonvallazione trevigiana. A spingere l'avvio di questa iniziativa del comando provinciale dell'Arma è stato l'incidente mortale che martedì è costato la vita alla piccola Gjulsym Zemaj, kossovara di otto anni, travolta e uccisa da un furgone mentre attraversava il put. La tragedia ha di fatto rinfocolato le polemiche sulla pericolosità del “circuito” che si snoda all'esterno delle mura cittadine: dopo il forzato addio agli autovelox e la scarsità di controlli la situazione è sempre più fuori controllo con automobilisti che oltre a schiacciare il piede sull'acceleratore, spesso non rispettano i semafori pedonali posti sul tracciato.

Galleria fotograficaGalleria fotografica