Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra il 50enne Ahjab Abdelallaali El Idrissi e il nipote 23enne Ahiab Brahim

RAPINARONO UNA 92ENNE IN CASA: PATTEGGIANO DUE ANNI

Il 7 febbraio scorso a Cordignano rubarono alla donna 160 euro


MARENO DI PIAVE – (gp) Erano finiti alla sbarra con l'accusa di essere entrati in casa di una signora di 92 anni di Cordignano, Anna Camatta, e di averla rapinata di 160 euro dopo averle messo le mani addosso. Processati per direttissima hanno patteggiato entrambi due anni di reclusione e una multa di 400 euro, ottenendo la sospensione condizionale soltanto della pena detentiva. Alla sbarra per rapina aggravata e violazione di domicilio (reato assorbito da quello di rapina), erano finiti Ahjab Abdelallaali El Idrissi, marocchino di 50 anni, e il nipote Ahiab Brahim, di 23. L’episodio incriminato risale al 7 febbraio scorso. Stando a quanto contestato dalla procura di Treviso i due si sarebbero introdotti dell’abitazione della 90enne in via Chizze a Sofratta e le avrebbero chiesto di consegnar loro dei soldi, dapprima limitandosi a minacciarla di morte e poi, di fronte al rifiuto dell'anziana, pretendendoli con la forza. Zio e nipote riuscirono a farsi consegnare 160 euro prima di darsi alla fuga. A mettere le forze dell'ordine sulle tracce dei due individui era stato un vicino di casa dell'anziana che si era insospettito di quella visita pomeridiana. Nel giro di qualche ora i due marocchini vennero individuati e fermati a Mareno di Piave. Nel corso dell'interrogatorio di convalida avevano respinto le accuse dicendo di esserre completamente estranei alla vicenda. In aula però hanno ammesso le proprie responsabilità patteggiando la pena e usufruendo dello sconto previsto dal rito. I giudici hanno anche revocato la misura degli arresti domiciliari a entrambi che dunque sono tornati in libertà.