Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Intervento in mattina al centro islamico di piazza Parigi

BLITZ ALLA MOSCHEA DI MONTEBELLUNA

Controllo di polizia locale e Digos presso il centro Attawasol


MONTEBELLUNA - Al termine della preghiera del venerdì, personale della Digos e della Polizia Locale ha effettuato un controllo a Montebelluna all’ associazione culturale islamica “Attawasol” in piazzetta Parigi. Nel corso di tale attività sono stati identificati circa 60 cittadini la maggior parte magrebini. Tutti gli stranieri erano in possesso di regolare permesso di soggiorno. Per quanto riguarda l’attività il Questore dott. Carmine Damiano ha dichiarato che: “I controlli ai centri culturali islamici sono una priorità del mio ufficio al fine di evitare ogni tipo di infiltrazione eversiva anche nell’interesse delle stese comunità straniere che vivono e soggiornano regolarmente nel nostro paese.”