Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presidio davanti al colosso dei tosaerba Ggp, unico committente della ditta

GIÙ GLI ORDINI, IL TERZISTA LICENZIA TUTTI GLI OPERAI

Da venerdì a casa i 12 dipendenti della Roda


CASTELFRANCO -  Calano gli ordini, il terzista licenzia gli operai. I dipendenti della Roda group di Santa Lucia di Piave hanno dato vita oggi ad un presidio davanti alla Ggp di Castelfranco, uno dei principali produttori di macchinari per giardinaggio: la Roda, di Santa Lucia di Piave, realizza decespugliatori e rasaerba proprio per conto del gruppo castellano. Anzi, Ggp è di fatto dell'unico committente della ditta. Dopo un picco tra la fine dell'2011 e l'inizio del 2012, gli ordinativi sono crollati: secondo i vertici di Roda il volume è diventato troppo basso per continuare a mantenere l'attività. Così l'azienda ha avviato le procedure di licenziamento per tutti e dodici gli addetti: venerdì prossimo, salvo interventi in extremis, i lavoratori resteranno a casa: si tratta in maggioranza di donne, alcune anche al di sopra dei 50 anni, e anche qualche straniero. Molti di loro lavorano nella ditta da più di dieci anni. Non godranno neppure di ammortizzatori sociali, dato che la cassa integrazione ordinaria non è prevista in caso di chiusura e l'azienda è al di sotto della quota di dipendenti per la cig straordinaria. Lavoratori e sindacalisti hanno messo in atto il sit-in di fronte alla Ggp – spiega Loris Scarpa della Fiom Cgil – proprio per richiamare l'industria committente alle proprie responsabilità: molte delle lavorazioni oggi effettuate dalla Roda dall'anno prossimo dovrebbero essere trasferite in Estremo Oriente.