Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Zigoni (Federlegno): "Agli imprenditori come Jesse un monumento"

"NON CRIMINALIZZIAMO TUTTA LA CLASSE IMPRENDITORIALE"

Alessandro Vardanega ribadisce la condanna all'evasione


TREVISO - “Giusto perseguire i casi singoli, ma non criminalizziamo la classe imprenditoriale”. Alessandro Vardanega, presidente di Unindustria Treviso, ribadisce la ferma condanna dell'evasione e l'apprezzamento del lavoro della Guardia di Finanza, ma invita a non spettacolarizzare i controlli e, soprattutto, ad evitare che alcuni comportamenti illeciti vengano scambiati per un sistema diffuso, mentre la stragrande maggioranza degli imprenditori rispetta leggi e normative. All'associazione industriali attendono di conoscere i dettagli del caso e, prima di prendere qualsiasi provvedimento contro le imprese associate, aspettano che le indagine e l'iter processuale facciano il proprio corso. Anche Antonio Zigoni, presidente di Federlegno per il Triveneto, pur censurando comportamenti illeciti, invita ad utilizzare nei controlli il buon senso "del padre di famiglia che richiama il figlio che sbaglia, ma ne riconosce l'impegno". E soprattutto chiede rispetto per gli imprenditori: "Agli Jesse - ribadisce citando la famiglia titolare di una delle due aziende coinvolte - a Francenigo dovrebbero fare un monumento: tutti i dipendenti si sono comprati la casa lavorando nella loro azienda. Non sono loro i criminali".

Ecco ai nostri microfoni, il primo commento di Alessandro Vardanega, leader degli industriali trevigiani, e di Antonio Zigoni, presidente triveneto di Federlegno.