Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A Casa Tre Oci, a Venezia, 140 scatti ripercorrono la sua carriera

TUTTO ERWITT NELLA SUA PERSONAL BEST

La nostra intervista al grande fotografo della Magnum


VENEZIA - (ag) Finalmente una mostra di grande fotografia! La Personal Best di Elliott Erwitt è a Venezia, nella magnifica cornice della Casa dei Tre Oci, gioiello architetturale dell'isola della Giudecca. Un'esposizione curata personalmente dal grande fotografo della Magnum, che ripercorre, con 140 scatti, oltre 60 anni di carriera. Membro della celebre agenzia di fotoreportage, fotografo di moda e di pubblicità, e sempre instancabile rapitore degli istanti del quotidiano, Elliott Erwitt sa cogliere della realtà gli aspetti più drammatici come quelli più comici e spensierati.

In questa antologica vengono presentate molte delle immagini più significative della sua carriera: vediamo l'idillio romantico nelle scene a sfondo Tour Eiffel, la confusione urbana delle metropoli americane, i ritratti a icone del '900 (Marilyn Monroe, Che Guevara, Kerouac) e i vivi scatti di reportage dove i protagonisti sono i grandi al potere (la guerra fredda è nel dito di Nixon puntato su Krusciov), e ancora, le strambe situazioni e prospettive nei musei (il dardo della dea Diana che mira il di dietro di un ignaro visitatore) e l'originale progetto dove protagonisti sono i cani...

Le fotografie variano nei temi e nei soggetti, ma sono sempre capaci di provocare il pubblico con piglio ironico, serio e il gusto per il paradosso.

Cio' vale non solo per l'immagine in sé ma anche per la struttura della composizione: nell'allestimento della mostra Erwitt pone molta attenzione all'accostamento tra le immagini, all'effetto che provoca il loro confronto.

Un esempio su tutti lo offre la foto più recente, l'unica a colori, che ritrae il Presidente Obama e la moglie Michelle dopo un comizio, su uno sfondo di telefoni e fotocamere digitali tenuti alti verso loro. Accanto a questa immagine una fotografia scattata a fine degli anni '40 raffigura un uomo nero mentre beve da una fontanella fatiscente, posta a fianco di una fontanella nuova e pulita riservata ai bianchi.

Ma scopriamo questa mostra dalle parole del protagonista, Elliott Erwitt, ai microfoni di Alessandra Ghizzo.

 

La mostra Personal Best di Elliot Erwitt è aperta fino al 15 luglio 2012, presso la Casa dei Tre Oci, Giudecca.

 

 

 

 

 

 






Galleria fotograficaGalleria fotografica