Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via il processo a carico di Davide Pauletto, stimato insegnante 31enne di Possagno

ABUSI SESSUALI SUGLI ALLIEVI: IN AULA IL MAESTRO DI TROMBA

Per l'accusa avrebbe "toccato" un ragazzo di 15 anni durante le lezioni


TREVISO – (gp) Al via il processo per il maestro di tromba. Si è aperto infatti il procedimento penale a carico di Davide Pauletto, il 31enne di Possagno accusato di molestie sessuali ai danni di un suo allievo di 15 anni. Accuse che l'imputato, come sostenuto nel corso dell'interrogatorio e in udienza preliminare, ha sempre respinto dichiarando di non aver mai tentato alcun approccio omosessuale né con il ragazzino che l'ha denunciato né con altri in 15 anni di insegnamento. La preoccupazione di Pauletto, secondo la difesa, non riguarda tanto le accuse mosse a suo carico, che giudica infondate se non inventate, ma le ombre che questa vicenda potrebbero gettare sulla sua immagine e sulla stima che si è guadagnato in tanti anni di lavoro, diventando docente dell'istituto Filippin di Paderno del Grappa, e ricoprendo ruoli anche all'istituto Canoviano di Possagno e in altre scuole della Pedemontana. A incastrare l'uomo sarebbero decisive secondo l'accusa, oltre alla denuncia del ragazzino, anche le dichiarazioni di una testimone che avrebbe assistito alla violenza. La donna sarebbe entrata nella stanza dove l'insegnante di musica stava tenendo una lezione privata con un ragazzo che aveva i pantaloni calati. L'uomo, all'ingresso della donna, avrebbe cercato di mettersi in mezzo per nascondere il ragazzo e l'avrebbe poi allontanata. A portare alla denuncia l'uomo, già interdetto dall'insegnamento allo scoppio dello scandalo, era stata la testimonianza del 15enne che raccontò di quelle lezioni di musica “particolari”: in quelle occasioni il ragazzo sostiene di essere stato stato ripetutamente palpeggiato dal maestro nelle parti intime con la banale scusa di testare la sua respirazione e l'uso del diaframma. Il processo è stato aggiornato al prossimo 8 maggio.