Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Svolta inaspettata nel procedimento penale a carico dell'ex agente immobiliare

SOLDI PRESTATI A TASSI D'USURA: PROCESSO DA RIFARE PER DURANTE

Nell'imputazione non sono indicate le cifre contestate in maniera capillare


TREVISO – (gp) Si attendeva la sentenza, visto che nella precedente udienza c'era stata la richiesta di condanna a quattro anni di reclusione presentata dal pubblico ministero Giovanni Valmassoi, ma i giudici del tribunale di Treviso hanno stabilito che il processo a carico di Danillo Durante, ex agente immobiliare di 66 anni finito alla sbarra accusato di usura, è tutto da rifare. Agli atti del procedimento penale sono stati infatti rispediti al pm perchè nel capo d'imputazione non risulterebbero indicate le cifre contestate in maniera capillare. Secondo quanto sostenuto dalla procura trevigiana Durante, tra il 2002 e il 2006 Durante, avrebbe prestato soldi a tasso d’usura. Si tratta di soli tre casi rispetto agli otto inizialmente contestati. La prima vittima avrebbe ricevuto un solo prestito restituito con assegni e, questa è l’accusa, una somma di denaro liquida. Gli altri due casi, invece, si riferiscono a una serie infinita di prestiti e riscossioni e l’accusa punta sulla sproporzione generica tra quanto è stato prestato e quanto è stato restituito: pare infatti che pretendesse la restituzione dei soldi a tassi tra il 35 e il 60 per cento. Una contestazione che la difesa ha ritenuto sempre in gran parte infondata e ora, con il processo da ripetere, sul caso pende anche la mannaia della prescrizione.