Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, due i lavoratori in nero al Palaverde, 22 posizioni al vaglio

TREVISO, IL QUESTORE REPLICA ALLA PAUSINI: "CONTROLLI DOVEROSI"

Su Facebook la cantante aveva lamentato i controlli troppo rigorosi


TREVISO - “Sono controlli doverosi quelli eseguiti, visti i precedenti ben noti; non comprendo l'animosità di taluno di fronte a temi così importanti come la sicurezza sui luoghi di lavoro”: replica con queste parole il Questore di Treviso, Carmine Damiano alle recenti uscite su Facebook della cantante Laura Pausini. L'artista contestava polemicamente l'eccessivo zelo dei controlli effettuati da polizia, Inail e direzione territoriale del lavoro venerdì scorso al Palaverde alla vigilia della tre giorni di concerti che si sono poi svolti regolarmente presso il palazzetto di Villorba. Il bilancio definitivo del blitz è il seguente: due lavoratori in nero, sospensione dell'attività per una ditta di catering con una sanzione di 1500 euro oltre ad altri 4112 euro per diffida. In tutto ammontano a 8150 euro le sanzioni per illeciti amministrativi mentre continuano gli accertamenti nei confronti di 22 lavoratori, dipendenti delle sei aziende passate al setaccio. Tra queste c'erano ben tre cooperative. Due posizioni lavorative, riguardanti altrettanti addetti alla sicurezza, sono state ritenute irregolari dall'Inail. I controlli nell'ambito dei concerti, promette la Questura, continueranno: prossimo appuntamento nel mirino l'esibizione dei Litfiba al Palaverde il 13 aprile.