Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Disposto l'obbligo di dimora a Terracina per il 26enne indiano Singh Amrinder Pal

SFERRA SETTE COLTELLATE A UN CONNAZIONALE E TORNA LIBERO

Domenica scorsa a Salgareda si era scagliato contro un 29enne


SALGAREDA - (gp) Interrogato dal gip Umberto Donà si è avvalso della facoltà di non rispondere ma è tornato comunque in libertà il 26enne indiano Singh Amrinder Pal, finito in manette per aver accoltellato un connazionale, il 29enne Singh Parminder Pal, al culmine di una lite. Il giudice ha dispoto per l'uomo, accusato di lesioni gravi, l'obbligo di dimora nel comune di Terracina, dove potrà continuare a lavorare nella fattoria in cui è regolarmente assunto. L'episodio incriminato si è verificato domenica scorsa verso le 18 a Salgareda, all'incrocio tra via Montello e via Veneto. La vittima è stata raggiunta da sette fendenti sferrati dal connazionale. Il 29enne Singh Amrinder Pal, originario di Campagna Lupia, aveva passato la giornata da alcuni parenti dopo aver pregato presso il tempio indiano di Ormelle. L'aggressore era giunto in via Montello con due amici a bordo di una Fiat Punto grigia: una volta scesi dal mezzo, tutti visibilmente ubriachi, avevano cominciato a litigare. A cercare di mettere fine alla zuffa era stato proprio il malcapitato: soccorso dal fratello era stato portato d'urgenza al nosocomio di Oderzo e, nonostante la preoccupazione iniziale, era stato subito scongiurato il pericolo di vita. Le indagini dei carabinieri, allertati da un residente, avevano presto portato a identificare uno dei componenti del “commando” e quindi ad arrestare l'autore dell'aggressione che si trovava in un'azienda zootecnia di Ormelle mentre assieme ai due complici, un operaio 30enne dipendente e un autista 36enne di una lavanderia di San Polo di Piave (entrambi denunciati a piede libero), fingeva di lavorare nelle stalle.