Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Lavoro festivo non obbligatorio: difenderemo chi rifiuta"

NEGOZI APERTI A PASQUA, SINDACATI PRONTI ALLA BATTAGLIA

Appello di Cgil, Cisl e Uil: saracinesche gi¨ nelle feste comandate


TREVISO - Negozi e supermercati potrebbero rimanere a Pasqua ed i sindacati del commercio sono pronti alla mobilitazione. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil invitano i datori di lavoro a tenere abbassate le serrande “per liberare dal lavoro festivo anche le lavoratrici e i lavoratori del commercio”. I confederali da tempo si sono schierati contro le aperture festive, permesse dalle nuove norme sulle liberalizzazioni: ed a maggior ragione criticano l'attività nelle feste "comandate" laiche o religiose, come il 25 aprile, il primo maggio o, appunto, Pasqua e Pasquetta. "Si tratta di aperture che non servono né portano nuova occupazione - ribadiscono i rappresentanti sindacali -, ma che scaricano invece pesanti disagi sui turni di lavoro con pesanti conseguenze per i lavoratori, le lavoratrici e le loro famiglie”. Secondo i sindacalisti, non si incrementeranno i consumi, poichè il budget a disposizione delle famiglie è sempre più risicato. Di contro, si svuotano di significato queste feste, riducendo i cittadini a meri consumatori. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil chiedono alle cittadine e ai cittadini, alle istituzioni, ai partiti politici, alla comunità religiosa di esprimersi per impedire queste aperture e sono pronti a tutelare gli addetti che rifiuteranno la disponibilità al lavoro festivo, non obbligatorio per contratto.