Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre anni e sei mesi di reclusione per Rita Donazzon, tre anni Francesco Milani

MADRE MALTRATTATA PER ANNI: STANGATA AL FIGLIO E ALLA NUORA

Vittima delle sevizie dei due parenti un'80enne residente a Preganziol


PREGANZIOL – (gp) Per anni ha subito in silenzio il comportamento violento della nuora e del figlio, reo di non aver mai fatto nulla per impedire che la moglie cambiasse atteggiamento nei confronti della suocera. Finiti entrambi a processo per maltrattamenti in famiglia, sono stati condannati a una pena esemplare: tre anni e sei mesi di reclusione per lei, la 55enne di Arcade, Rita Donazzon, e tre anni di carcere per lui, il 53enne di Preganziol Francesco Milani. Vittima delle loro angherie la madre di lui, un'80enne, la quale ha sopportato senza fiatare le botte, le minacce, i dispetti e i comportamenti violenti della nuora e del figlio fino a quando è stato possibile. Già arrestati il 18 maggio 2010 e colpiti da un decreto di allontanamento da quella casa in cui l'anziana viveva, e che ha visto trasformarsi in prigione, scaduti i termini della misura non hanno esitato a ritornare alle vecchie abitudini. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione i due (soprattutto la nuora) sarebbero addirittura arrivati a chiudere l'anziana nella sua stanza assieme ai sacchetti della spazzatura e a farsi consegnare 70 euro al mese per lasciarla andare in bagno, costringendola più volte a usufruire dei servizi dei vicini di casa. Una situazione insostenibile sfociata in una denuncia che ha portato alla pesante condanna.