Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

All'interno della vettura, uno scooter, targhe e tronchesi

LA STATION WAGON DEI LADRI (INTERNAZIONALI) DI BICICLETTE

Controllo su un'auto fa sospettare un giro di cicli verso l'Albania


TREVISO - Un vero e proprio traffico di bici e motorini rubati, destinati al mercato dell'Europa dell'Est. E' quello in cui potrebbero essersi imbattuti gli agenti della Polizia di Treviso. Tutto nasce da un controllo di routine sulla targa di un'auto, parcheggiata in via Giorgione e notata da una pattuglia intorno alle 22 di martedì: l'auto, una Chevrolet Nubira, è risultata rubata ai primi di aprile dal garage di casa di una guardia giurata di Bereguardo, in provincia di Pavia. Nessuna traccia dei due giubbotti anti-proiettile che il vigilante aveva lasciato all'interno, i poliziotti, però, avvicinatisi alla vettura scorgono, seminascosto da un telo, un ciclomotore: come confermerà una successiva verifica, si tratta di uno scooter Yamaha T-max, a sua volta rubato. La targa era stata staccata e riposta dentro l'auto, insieme ad altre due e ad una cassetta con tronchesi e attrezzi vari. Elementi che fanno ipotizzare che i malviventi si servano dell'ampio bagagliaio della station wagon per caricarvi biciclette e motorini, portarli in un luogo appartato dove tranciare in tranquillità lucchetti e catene, per poi rivenderli, via Slovenia ed ex Yugoslavia, in Albania. Auto e scooter, ovviamente, sono stati posti sotto sequestro per essere esaminati della Scientifica.

Galleria fotograficaGalleria fotografica