Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il giudice ha inflitto un anno e sei mesi ciascuno a Bruno e Denis, 32 e 47 anni

BOTTE E INSULTI IN VIA BINDONI: CONDANNATI I FRATELLI LEVAKOVIC

Il 29 giugno 2010 avevano aggredito i poliziotti chiamati da alcuni vicini


TREVISO – (gp) A quasi due anni dai fatti è giunta la sentenza per i disordini che nel giugno 2010 avevano fatto puntare i riflettori su via Bindoni. Dopo che la misura di sorveglianza speciale è venuta meno, sul banco degli imputati per oltraggio, violenza, minacce, ingiurie e lesioni a pubblico ufficiale erano finiti i due fratelli di 32 e 47 anni Bruno e Denis Levakovic: entrambi sono stati condannati a un anno e sei mesi di reclusione. In aula, nel corso delle precedenti udienze, erano state ascoltate le testimonianze dei poliziotti che quel 29 giugno erano intervenuti in via Bindoni su segnalazione di alcuni residenti esasperati dalla musica ad alto volume e dagli schiamazzi per la festa di compleanno di una ragazza. Un primo sopralluogo della polizia all'1.20 sembrava aver placato il chiasso ma non appena la volante aveva girato l'angolo la musica aveva continuato a salire e le urla ad aumentare. I residenti, infuriati, avevano richiamato la Polizia. Stavolta i due nomadi completamente ubriachi avevano aggredito i poliziotti: Bruno aveva colpito con un pugno un agente che era poi stato preso a colpi di sedia dal parente Denis.