Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittima un 22enne di Puos d'Alpago, che ha messo un annuncio su internet

VENDE L'AUTO PER 5MILA EURO, MA IL BONIFICO NON ARRIVA MAI

Truffa organizzata da un pluripregiudicato trevigiano


PONZANO - Era convinto di fare un affare vendendo la sua auto, invece è rimasto vittima di una truffa. Un 22enne di Puos d'Alpago, nel bellunese, ha messo un annuncio su internet per cedere la propria vecchia Renault Clio. Risponde I. B., pluripregiudicato residente nella Marca: i due si accordano per la compravendita al prezzo di 5mila euro. All'appuntamento prefissato, l'acquirente si fa accompagnare alla filiale di Veneto Banca per effettuare il bonifico: il giovane venditore non entra neppure, nè si preoccupa quando l'altro non gli consegna la ricevuta, giustificandosi con il fatto che manca l'autorizzazione del padre a cui il conto è intestato. I due, poi, si trasferiscono in municipio a Ponzano per autenticare le firme necessarie al passaggio di proprietà e concludono la vendita. Sono quando torna a casa e controlla via internet, il 22enne si rende conto che non gli è stata accreditata alcuna somma. Ma, a quel punto, non gli resta altro da fare che rivolgersi alla Polizia e denunciare il truffatore.